La guida semplice per investire nelle opzioni binarie

investire online

Dal 2008 l’investimento nelle opzioni binarie è cresciuto in maniera esponenziale sia in Italia, che nel resto del mondo.

Due sono le motivazioni principali: la prima è che grazie all’ascesa di internet il trading binario è diventato uno strumento finanziario alla portata di tutti, la seconda, invece, perché si tratta di uno degli investimenti più semplici in ambito finanziario.
Quindi, sempre più trader investono il loro denaro per ottenere maggiori profitti. Per diversi investitori, addirittura, è diventato un vero e proprio lavoro, con cui riescono a ottenere una rendita mensile, in linea di massima, costante.

Ovviamente questo non significa che sia una “passeggiata” ottenere alti rendimenti e che sia un’attività esente da rischi! Infatti è possibile guadagnare parecchio con le opzioni binarie, ma perdere anche tutto o in parte il proprio capitale. Quindi bisogna fare molta attenzione. In questa guida pratica e facile da comprendere, andremo proprio a conoscere bene il mondo delle opzioni binarie, e a comprendere come investire, minimizzando i rischi e le perdite, partendo però prima dalla definizione.

Cosa si intende per opzioni binarie?

In sostanza, si tratta di un investimento sull’andamento del prezzo di un determinato asset, ovvero di una materia prima come l’oro e il petrolio, di un’azione di una società quotata, di un indice di borsa, ad esempio il Nasdaq, il Dax, e di una coppia di valute, come yen/dollaro.

Le opzioni binarie, dette anche opzioni digitali, sono gli strumenti più popolari del trading online. Sono caratterizzati da un “rendimento fisso”, ovvero ogni piattaforma offre le proprie percentuali di guadagno fisse.

È facile da comprendere, per questo le opzioni binarie sono diventate l’investimento finanziario online più popolare. Ma vediamo come si negozia.

Inizialmente per investire bisogna prevedere quale sarà il corretto andamento del prezzo in un dato arco di tempo (60 secondi, 5 minuti, 1 ora). E scegliere, quindi, il tasto “CALL” se si considera che la prima valuta valga di più della seconda, mentre optare per il tasto “PUT” se si pensa che valga di più la seconda.

È essenziale disporre dei grafici per prevedere, appunto, gli andamenti dei prezzi, ma anche considerare le informazioni macroeconomiche come, ad esempio, i tassi di disoccupazione di un determinato Paese, oppure il prezzo del grezzo al barile. Ma in generale, conoscere tutte quelle news che possono essere utili per investire nel trading binario.

È consigliabile prestare sempre molta attenzione nella scelta della piattaforma di trading online. Scegliere in modo corretto, significa preferire un broker regolamentato da organi di vigilanza e sicurezza, come CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission). La regolamentazione è sinonimo di sicurezza e affidabilità.

Quante e quali tipologie esistono di opzioni binarie?

Per adesso abbiamo accennato, nello specifico, solo l’opzione classica, ovvero la così detta opzione Call/Put, che significa al rialzo, o al ribasso.
Molto utilizzate, in particolar modo dai traders più impazienti, sono anche le opzioni a breve scadenza, o a scadenza istantanea, conosciute come le opzioni a 60 secondi, ossia che hanno una scadenza molto breve, appunto, un minuto.

Poi, esistono le One Touch. Si tratta di opzioni binarie più rischiose rispetto a quelle classiche, ma d’altro canto permettono di ottenere profitti maggiori, riuscendo a guadagnare il 400-500% del capitale investito. In sostanza, è l’investitore a stabilire il livello del prezzo che un dato asset deve raggiungere;

Esiste un’altra tipologia, ovvero le opzioni binarie Ladder, che piacciono tanto agli amanti del rischio, perché consentono di guadagnare più del 1000% del capitale investito, ma anche di perderlo, di conseguenza. Per molti aspetti sono simili alle One Touch, ma a differenza di quest’ultime, nelle opzioni ladder vengono previste dal broker cinque quote già pre-impostate.

Infine esistono le opzioni di coppia, dette anche pair, e le opzioni builder. Le prime consistono in una sorta di competizione tra due asset. L’investitore dovrà prevedere quale dei due avrà la performance migliore. Mentre per le seconde, si tratta della possibilità di crearsi autonomamente l’opzione che si desidera. In poche parole, il trader decide la scadenza, la tipologia di Asset, l’importo da investire, e che tipo di opzioni decidere (semplici, one touch, etc.). Inoltre, su Internet si possono trovare, anche, altri tipi di opzioni binarie, che vengono offerte in esclusiva dai broker online.

Le 5 principali strategie più utilizzate

Per avere il successo desiderato, è necessario seguire delle strategie di trading, nello specifico, che riguardano essenzialmente le opzioni binarie.

Andiamo a conoscere le principali:

  1. la gabbia, che è in capace di ridurre le perdite e massimizzare i profitti. Lo scopo è quello di trovare una zona di prezzo in cui è possibile ottenere profitto, con un minimo rischio;
  2. l’indice di volatilità implicita, che è in grado di comprendere “il sentiment” dei trader, ovvero gli attimi in cui potranno accadere cambi di direzione dell’andamento di un specifico asset;
  3. il Rollover, ossia una tecnica di previsione che consente, in caso di successo, guadagni discreti, ma il suo obiettivo principale è di minimizzare le perdite. Grazie a questa strategia è possibile ritardare la scadenza della negoziazione.
  4. lo spinning Top, che rappresenta l’ampiezza di un grafico a candela giapponese. Con questa strategia è possibile ottenere prospettive molto buone, in base ai maggiori trend di mercato in rialzo o in ribasso;
  5. le Bande di Bollinger e RSI, ovvero degli indicatori indispensabili per indagare le fasi di mercato più estreme in un periodo di tempo di 24 ore;
  6. Come utilizzare il bonus di benvenuto e il conto demo?

    Con il trading online, in particolar modo con le opzioni binarie vengono offerti alcuni servizi vantaggiosi come i bonus e il conto demo.
    Ma di cosa si tratta?
    Nel primo caso, si tratta di somme di denaro erogate per determinate azioni, come, per esempio, invitare un amico o effettuare per la prima volta un’iscrizione. Il più comune è sicuramente il cosiddetto bonus di benvenuto, ossia una determinata cifra che i broker concedono ai nuovi clienti, che si iscrivono per la prima volta.
    Questo bonus può essere una valida opportunità per fare esperienza, senza dover spendere nulla all’inizio. È un ottimo strumento per cominciare a fare trading online con le opzioni binarie, al fine di capire come funziona, e di testare le proprie capacità.

    Ma può essere sfruttato, anche dai trader professionisti, con lo scopo di valutare e testare prima la velocità e le varie caratteristiche di una piattaforma specifica.

    Simile al concetto di bonus di benvenuto, è il conto demo. Si tratta di conto offerto gratuitamente dalla maggior parte dei broker presenti sul mercato, che è simile a un conto reale, ma con l’unica differenza che i soldi investiti sono virtuali.

    Anche il conto demo serve per fare un po’ di pratica, prima di iniziare a “fare sul serio” con il trading online vero e proprio. Si può, inoltre, provare, come con il bonus di benvenuto, la validità delle piattaforme, e testare le strategie di trading, che abbiamo appena compreso.

    Clicca qui per maggiori informazioni sul trading opzioni binarie.