Cake Design: Cosa è e quali sono gli strumenti necessari

Zucchero, colore e fantasia.

Questi sono gli ingredienti base per la creazione di vere e proprie opere d’arte.

Il Cake Design è infatti considerato un’arte che si serve del fondant, conosciuto anche come pasta di zucchero.

Quest’ultima viene prettamente utilizzata perla decorazione di dolci e torte per occasioni speciali, ricorrenze importanti, cerimonie e molto altro ancora.

A chi non è mai capitato di rimanere incantato dai colori e dalle forme di queste sculture?

Ma da dove nasce questa tecnica e perché viene utilizzata così tanto?

Rispondiamo alla prima domanda.

La nascita del Cake Design risale al 1840, in Francia nello specifico, in occasione del matrimonio della Regina Vittoria.

Fu proprio per questo evento che venne creata la prima torta decorata: un avvenimento che segnò la storia dei dolci.
Con il tempo, questa particolare tecnica è andata man mano a diffondersi in tutto il resto dell’Europa sino a divenire un must.

Il Cake Design può essere considerato una passione attraverso cui la creatività prende forma.
Un’avventura che può essere intrapresa da chiunque (da professionisti a semplici curiosi) abbia voglia di cimentarsi in qualcosa di diverso.

Zucchero, colori, azione!

Nel Cake Design fondamentale tanto l’estetica quanto il gusto: non dimentichiamoci che queste meravigliose torte devono anche essere mangiate.

Capita molto spesso infatti che questo tipo di torte vengano viste esclusivamente a livello visivo ma, anche il palato ha il suo ruolo.

Quello che cambia la situazione è principalmente la base del dolce prescelto, la qualità della crema, lo spessore della torta, etc …

Vi ricordiamo che, anche se bella da vedere, la pasta da zucchero stesa deve essere fina al punto giusto.

Se risultasse troppo spessa il risultato, oltre che non esteticamente perfetto, sarebbe difficile da digerire.

L’obiettivo fondamentale? Deve sciogliersi in bocca!

Un ulteriore elemento che favorì la nascita di questa dolcissima forma d’arte fu senza dubbio l’utilizzo del forno a temperatura controllata.

Anche il bicarbonato di sodio ha svolto la sua parte venendo impiegato come lievito per dolci.

Per il matrimonio della Regina venne realizzata una torta di circa 3 mt. di diametro ed un peso che oscillava tra i 130/140 Kg.
Un primato senza dubbio meritatissimo che la incorona il primo dolce di design di tutta la storia.

La torta era composta da Royal Icing (detta anche ghiaccia bianca) e sulla parte superiore erano rappresentati i seguenti personaggi:

  • gli sposi abbigliati con abiti romani;
  • ai loro piedi vi era un cane;
  • la Dea Britannia;
  • delle colombe;
  • un amorino.

Cupidi, fiori e nastri colorati donavano colore ed eleganza a tutta la scultura.

Come dire, un inizio veramente in GRANDE stile!

Negli anni successivi il Cake Design divenne una tecnica apprezzatissima e molto studiata.

Nel 1934, J. Lambeth pubblicò il primo libro dedicato ad essa.

All’interno era possibile ritrovare consigli, dettagli e suggerimenti dell’autore per decorare dolci e torte (vedi Metodo Lambeth).

Per la realizzazione dei vari ornamenti (fiori, figure, etc…) era indispensabile l’utilizzo di stoffe, perline, fiori e moltissimo altro.

Alquanto efficiente se pensiamo che il Metodo Lambeth è tuttora sfruttato per la creazione di torte (principalmente nuziali).

Cinque anni prima, ossia nel 1934, qualcuno prese la decisione di avviare dei veri e propri corsi di Cake Design.
Quel qualcuno fu D. McKinley Wilton.

Egli volle insegnare a professionisti del settore la sua particolare tecnica per lavorare lo zucchero.

La cosa curiosa è come Wilton la apprese: lavorando in una fabbrica di caramelle!

Grazie alla sua eccellente bravura, il suo sogno prese forma e, dopo poco tempo, fondò una delle più importanti scuole in America.

Da qui, la passione per il Cake Design è andata ad estendersi in lungo ed in largo per il mondo.

Manuali, tv, corsi, Social e tantissimi altri canali danno modo di scoprire questo fantastico paradiso di zucchero.

Quanti di voi hanno provato almeno per una volta a fare un dolce unico?

C’è chi lo fa per un’occasione particolare e chi invece lo fa quotidianamente: il Cake Designer.

Questa figura professionale, soprattutto negli ultimi anni, sta trovando largo spazio nel mondo del lavoro grazie alla maestria necessaria.

Il CD o Cake Decorator ricopre un compito molto importante: oltre alla decorazione, deve saper creare qualcosa di unico nel suo genere.

I veri pionieri sono stati gli americani, ma il resto del mondo non è rimasto di certo a guardare.

Ma andiamo nello specifico: cosa fa esattamente un Cake Designer?

Possiamo considerarlo un artista del dolce.

Tra le sue mansioni principali ci sono le stesse di un pasticcere ma in aggiunta vi è il senso estetico.
Quello che differenzia un Cake Designer dalle altre professioni sta nell’abilità di saper modellare qualunque tipo di impasto per decorare.

Di tipologie di impasto ce ne sono veramente tante ma la più conosciuta ed utilizzata è la pasta da zucchero.
Questa può essere modellata e colorata a piacimento ed il suo largo utilizzo è dovuto soprattutto alla facilità di creazione della stessa.

Un altro impasto usato spesso è quello a base di marshmallow che può essere preparato con i celebri dolcetti bianchi.
Ciò che differenzia il Cake Designer come figura professionale è la capacità di dosare e modellare qualunque quantità di impasto.

Per questo è necessaria un’acuta manualità nell’utilizzo degli strumenti.

Nel nostro paese ci sono moltissime scuole professionali dedicate allo studio ed alla pratica di questa delicata tecnica. Vi sono tantissimi corsi tra cui scegliere per indirizzare il proprio percorso formativo: si può optare per corsi più generali oppure per quelli più specifici.

Ci sono diverse possibilità per sviluppare al meglio le proprie capacità:

  • Lavorare in pasticcerie già note nel settore;
  • Collaborare con wedding planner che possano mostrare le idee ai clienti;
  • Aprire un’attività online.

Grazie al web 2.0 il mondo della pasticceria ha avuto grande successo grazie agli store ed in particolare ai blog di settore.

Detto questo, che tu sia alle prime armi o un professionista, quali sono gli attrezzi da possedere per un’opera di Cake Design?

Naturalmente, se non lo fai di frequente, non è necessario averli tutti inizialmente. Man mano che le tue capacità progrediranno potrai arricchire il tuo cassetto.

Partiamo dal principio …

Gli strumenti fondamentali per la decorazione di un dolce sono essenzialmente 4:

  • Un kit base;
  • Capacità manuali ;
  • Passione;
  • Fantasia.

I punti 2, 3 e 4 ahimè non possono essere comprati, ma il kit di base (fortunatamente) si!

Vediamoli nello specifico partendo da quelli più semplici ai più professionali.

Mattarello
Uno degli strumenti che non può assolutamente mancare poiché molto spesso è necessario stendere la pasta di zucchero.
Generalmente, il mattarello per il CD è in silicone ed è di dimensioni diverse proprio perché ogni lavoro è diverso dall’altro.
Naturalmente possono essere utilizzati anche quelli in legno, l’importante è avere a portata maizena oppure zucchero a velo.
L’impasto potrebbe attaccarsi al mattarello di legno, per questo utilizzando uno dei due la possibilità va a limitarsi.

Tappetino
Anche in questo caso consigliamo in silicone per lo stesso motivo precedentemente accennato.
Questo strumento consente di lavorare l’impasto senza che vengano a crearsi spiacevoli buchi.
Il tappetino non è di primaria importanza, nel senso che anche lavorando su un classico piano in legno va benissimo!

Spatola
O smoother, la spatola liscia serve per rendere liscia la pasta e per farla aderire per bene alla parte superiore del dolce.
Questo strumento serve in particolare per evitare il formarsi di bolle ed eliminare eventuali impronte “da ritocco”.

Coltello
Quello a paletta è l’ideale. Questo serve essenzialmente per sollevare e posizionare decorazioni a cui bisogna fare mooolta attenzione.

Forbici
Essenziali per tagliare e modellare gli elementi riprodotti.

Rotella
Per capirci, va benissimo anche quella per tagliare la pizza. Tramite l’utilizzo della rotella potrai tagliare ogni parte in eccesso dell’impasto e dare una forma più netta al taglio della pasta.

Stuzzicadenti
Da tenere sempre a portata di mano! Questi possono essere fondamentali per la creazione di personaggi, strutture, scritte, etc…

Tagliapasta
Ne possiamo rintracciare due tipi: quello per biscotti e quello ad espulsione.
Partiamo da quest’ultimo. Generalmente è possibile trovarli in plastica e forniti di un piccolo tappo che serve a spingere la forma una volta creata la forma.

Per quanto riguarda il primo “cutter” invece, è realizzato in metallo e serve principalmente ad ottenere particolari decorazioni. Un modo facile e rapido per creare tante meravigliose forme. Una volta imparato, potrai sbizzarrirti con centinaia di clutters di ogni dimensione.

Stampi
Anch’essi meglio se presi in silicone per evitare che lo zucchero si attacchi. Per trovarli è molto facile in quanto basta recarsi in negozi dedicati o addirittura in supermercati ben forniti. Scegli le decorazioni che più ti piacciono e dai sfogo alla tua fantasia.

Arriviamo ora a quelli più idonei a chi la mano l’ha presa ormai.

modelling t. sono infatti strumenti utilizzati per modellare e realizzare dolci più elaborati in quanto servono a tagliare, scolpire, seghettare, etc …

Le forme create risulteranno perfettamente costruite e saranno pronte per essere “montate” sulla vostra opera.

Vediamo quali sono:

Ball T.: questo viene usato per riprodurre incavi nell’impasto oppure per snellire le estremità dei soggetti riprodotti rendendole più realistiche. Possono essere trovati in svariati negozi, sia di plastica che in metallo.
Ball perché dotato di piccole pallette che permettono di aggiustare e definire i dettagli di ogni elemento creato (ad es. gli occhi).

Bon T.: questo tipo di tool invece è fantastico per la riproduzione di alcune tipologie di incavi (orecchie, nasi, petali, etc…), anche molto piccoli.

Cono e Star T.: il primo presenta all’estremità un cono, il quale viene utilizzato per creare fori nella pasta o per creare delle pieghe. Il secondo invece lo si può usare per la riproduzione di stelle o dettagli floreali che esaltino l’estetica della torta.

Bulbulous cone T.: uno strumento che ha due estremità molto differenti. Da un lato possiamo ritrovare un cono che serve principalmente per dare un effetto merlettato all’impasto, mentre dall’altro vi è una punta ovale.

Shell T.: grazie alla sua forma a conchiglia può essere sfruttato per la creazione dei dettagli dei soggetti/oggetti riprodotti (un esempio potrebbero essere le venature o petali di fiori).

Blade T.: è molto simile ad un vero e proprio bisturi. Naturalmente viene realizzato in plastica e serve per tagliare l’impasto di zucchero. Può essere sostituito dalla rotella (precedentemente descritta) e serve per dare profondità ed un effetto realistico ai soggetti rappresentati. Un esempio può essere quello dei capelli.

Serrated T.: da un lato una piccola sega, dall’altro una C. La “lettera” viene utilizzata per creare smorfie dei personaggi o altri particolari che meritano molta attenzione. Se non lo si ha a disposizione può essere anche utilizzata una cannuccia tagliata. La seghetta è perfetta per creare pezzi tratteggiati, cuciture e linee discontinue.

Veiner T.: un altro tra gli utensili dalle differenti estremità. Da una parte presenta un piccolo cucchiaio, dall’altra invece una punta. Quest’ultima è utile per la realizzazione di linee, venature o piccoli soggetti da attaccare. Il mini cucchiaio invece serve più che altro per rendere liscia la pasta di zucchero o per creare delicati fori (bocche, orecchie, occhi, etc…). P.S. Può essere usato anche per dosare la polvere colorata.

Bacchetta per modellare: questo è uno degli strumenti più utilizzati e funzionali di tutti. E’ possibile ritrovarla facilmente nei negozi, di diversa lunghezza e dimensione. Solitamente è realizzata in silicone (ricordiamo per non far attaccare l’impasto) ed è composta da due estremità: una più tondeggiante ed una appuntita. Nel primo caso, essa servirà per eliminare i vari segni fatti, nel secondo invece per definire il soggetto riprodotto sulla torta.

Questo strumento può avere anche funzionalità di mattarello!

Insomma, di strumenti per la costruzione della vostra opera ce ne sono tantissimi e possono essere trovati veramente ovunque.
Gli utensili di precisione più importanti sono però due: il bisturi ed il punteruolo.

Il punteruolo è uno strumento di precisione fondamentale poiché è usato per creare minuscoli incavi o per attaccare parte dell’impasto alla pasta di zucchero (occhi, denti, etc…).

Il bisturi è ottimo per tagliare le sezioni dell’impasto in modo tale che sia perfetto e dettagliato in ogni sua parte. In questo caso, deve necessariamente essere realizzato in metallo per far sì che il taglio sia netto e senza rimasugli.

Ora che conosci qualcosa in più sul Cake Design e gli attrezzi per la sua realizzazione… cosa aspetti a metterti in gioco?

http://www.mysweetcakedesign.it

You may also like
Curiosità - Utilità
Cucina Kosher a Roma: Quale ristorante scegliere?